giovedì, aprile 27, 2006



Una guerra ingiusta che ha fatto delle vittime ingiuste. Un grazie va anche ai 3 soldati, che, pur trattandosi di una guerra sbagliata, hanno servito il nostro paese. I morti dovrebbero essere altri. Dovrebbero essere i fautori e i favorevoli a questa guerra. Allora si che, forse, si avrebbe un mondo migliore.

1 commento:

cecilia ha detto...

Caro Riccardo, ogni guerra è ingiusta, e ogni vita che se ne va per la guerra è una vita ingiustamente strappata.
Se pensi inoltre che c'è chi chiama questa guerra una "guerra santa",il paradosso è enorme: una GUERRA SANTA!!!! Come se fosse una guerra appoggiata da Dio! Incredibile! Purtroppo invece che lamentarci e basta, dovremmo agire, almeno noi che siamo giovani e abbiamo il sangue bollente..la rivoluzione, come dimostra la storia, nonè solo un sogno lontano, ma una realtà raggiungibile dai più nobili e battaglieri animi. E io credo che queste virtù siano più rintracciabili nei giovani.
L'unione fa la forza di chi da solo è impotente!
Una minima consolazione la trovo nell'aver visto quanto tutti gli italiani si siano uniti in un grande abbracio per le vite che abbiamo perso nei giorni recenti.
Ciao Riccardo!
Ceciza, verona